Primi Piatti

Ravioli di ricotta, cavolo nero e fontina su fonduta valdostana e tartufo

Buongiorno amici!
Oggi vi presento un primo piatto che ho realizzato in collaborazione con la Regione Valle d’Aosta.
Il tema era quello di unire il loro prodotto tipico con un prodotto tipico della mia regione e quale migliore accostamento se non con il tartufo?!
Inoltre ho aggiunto il cavolo nero, un grande ortaggio del centro Italia famoso per le sue proprietà benefiche per la nostra salute.

INGREDIENTI PER 5 PERSONE:
Per la pasta:
– 3 uova
– 300 gr di farina di semola di grano duro
– 3 pizzichi di sale

Per il ripieno
– 300 gr di ricotta di pecora
– 20 gr di parmigiano grattugiato
– 50 gr di Fontina DOP a cubetti
– sale
– pepe
– 5 foglie di cavolo nero

Per la fonduta:
– 100 gr di Fontina DOP
– 65 gr di latte
– 10 gr di burro
– 1 tuorlo d’uovo

Per condire:
– 50 gr di burro
– 1 tartufo

PROCEDIMENTO:
Per prima cosa preparo la pasta, sulla spianatoia posiziono la farina a fontana e al centro metto le uova ed il sale, impasto fino a formare un panetto omogeneo, poi lo metto in un sacchetto di nylon a riposare.

Metto a macerare in un pentolino la Fontina con il latte per qualche ora seguendo la ricetta ufficiale che ho trovato nel sito della Fontina Valdostana

Vado poi a preparare il ripieno, lavo le foglie del cavolo nero, tolgo la costa centrale e lo taglio a striscioline

Lesso il cavolo nero in acqua salata per 5 minuti, poi lo scolo e lo strizzo per bene.
In una ciotola metto la ricotta, il parmigiano, il sale, il pepe e il cavolo nero tagliato al coltello per renderlo più fine

Mescolo per bene, e metto il composto in una sac a poche.
Stendo la pasta su cui dispongo il ripieno di ricotta ed un cubetto di Fontina

Ricopro con un’altra striscia di pasta e taglio con l’apposita rotella

Dispongo i ravioli su un vassoio ben spolverato di farina e copro con un telo di cotone fino al momento della cottura. Potete anche congelarli e cuocerli all’occasione buttandoli in acqua da congelati.

Prima di cuocere i ravioli preparo la fonduta che andrà sulla base del piatto, riprendo il pentolino con la fontina ed il latte, aggiungo il tuorlo ed il burro e cuocio a bagno maria girando sempre, inizialmente la fontina formerà una palla, ma continuando a girare si scioglierà con il latte, la fonduta è pronta quando il composto è liscio ed omogeneo

Lesso i ravioli per 5 minuti in acqua bollente salata, li scolo e li ripasso in una padella con il burro, poi procedo ad impiattare, metto sul fondo due o tre cucchiai di fonduta, i ravioli (circa 10 a persona) poi gratto il tartufo a crudo sopra i ravioli, il pranzo è servito! 🙂

Buonissimi! 🙂

“Con questa ricetta partecipo al Contest Concorso Fontina Valle d’Aosta

del Blog Un Architetto in Cucina in collaborazione con

l’Assessorato all’Agricoltura e Risorse Naturali della Valle d’Aosta”

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Toast farcito con bubble tea